Print Topic - Archive

Forum Restauro e Conservazione  /  Archeologia  /  uso di ciclododecano nell'ambito archeologico
Spedito da: chuxa, Maggio 6, 2008, 10:32am
Salve a tutti!
Mi interessano le vostre opinioni su questo argomento:
Nella mia ditta tra tutte le altre operazioni di restauro si fa' anche la desalinizzazione del ferro nei bagni alcalini.
Ancora non ci e' capitato mai, ma abbiamo pensato cosa fare se ci capita un oggetto in ferro con aplicazioni in legno, bronzo o altro materiale che e' degradabile nel bagno alcalino.
In un laboratorio in Germania usano il ciclododecano come protettivo. Lo aplicano a penello su i punti interessati, di spessore di almeno 4-5 millimetri e poi immergono l'oggetto nel bagno alcalino.
Mi interessa la vostra opinione su questo metodo.
Io sinceramente non credo questo sia un metodo buono. Ma loro dicono  che hanno ottenuto dei buoni risultati.
Se conoscete qualche altro prodotto che potrebbe fare da protettivo o qualche consiglio vi prego di dirmelo!
Grazie :)
Spedito da: Renox, Dicembre 18, 2008, 5:28pm; Replica: 1
Salve,
Personalmente uso uno doppio strato di Paraloid B72 15% pił uno strato di ciclododecano per proteggere i resti organici presente sui reperti ferrosi prima di effettuare una stabilizzazione in bagno di solfito alcalino e funziona perfettamente.
Buon lavoro
Print page generated: Ottobre 19, 2020, 10:54pm