Print Topic - Archive

Forum Restauro e Conservazione  /  Restauro ligneo  /  antitarlo su candelabri
Spedito da: fel, Giugno 22, 2008, 3:40pm
Ciao a tutti,
Devo restaurare due candelabri 800eschi lignei che presentano sulle decorazioni a rilievo una doratura in foglia a guazzo. Hanno numerosi sollevamenti di preparazione, fori di sfarfallamento ovunque, e il legno (solo sui piedi) Ŕ deteriorato tanto da sembrare sughero!
E' tanto che non lavoro su manufatti lignei..s˛ quel che devo fare per il consolidamento della preparazione e per la pulitura ma ho dei dubbi:
1) come posso consolidare il legno in quello stato?
2) come posso operare una disinfestazione, tenendo conto che a pennello mi porterei via tutto, e con quale prodotto?

grazie ;D
Spedito da: claudio marziali, Giugno 22, 2008, 5:23pm; Replica: 1
devi consolidare prima il legno spugnoso con il paraloid b72 al 10% sciolto in butilacetato, mettendo i piedi del candelabro in una vaschetta resistente al solvente (se vuoi farlo per immersione), altrimenti lo dai per imbibizione a pennello fino al rifiuto. una volta consolidato e aver fatto evaporare tutto il solvente puoi procedere alla messa in sicurezza dei sollevamenti della preparazione, dopo di che puoi passare l'antitarlo (a base di permetrina) con una siringa in tutti i buchi di sfarfallamento in questo modo non rischi di portarti via tutto.

per il legno molto spugnoso, penso che il paraloid sia ancora l'unica cosa, l'aquazol Ŕ un consolidante pi¨ blando e in questo caso escluderei la colletta per la modalitÓ di esecuzione (calore)
Spedito da: fel, Giugno 24, 2008, 6:33pm; Replica: 2
Grazie!
sei stato molto esauriente!!
In effetti tutti parlano male del paraloid sul legno!ma anche io l'ho sempre usato...sono veramente arrugginita in fatto di manufatti lignei ho fatto qualcosa a scuola ma non molto..poi nel lavoro in cantiere non capita mai di avere a che fare col legno!!

grazie ancora!
Print page generated: Febbraio 28, 2020, 9:57am