Print Topic - Archive

Forum Restauro e Conservazione  /  Architettura  /  muratura a vista
Spedito da: carlag, Maggio 26, 2009, 1:35pm
Ciao
sono nuova del forum.
ho un problema di questo genere: sto ristrutturando una casa antica e vorrei lasciare a vista una parete in sassi e mattoni (bellissima):il problema è la malta (molto terrosa) che si sfarina. Vorrei usare una vernice a spruzzo per consolidarla (mi piacerebbe evitare di dover ripassare tutte le fughe, compromettendo la bellezza della parete).
Abbiamo provato con una vernice siliconica ma senza risultato.
Che prodotto mi consigliate? Vernice a base silicati? Avete un prodotto preciso da segnalare?
grazie
carlag
Spedito da: ALESSANDRO FIGUS, Maggio 26, 2009, 7:03pm; Replica: 1
Per gli interventi di consolidamento degli intonaci si è utilizzata
la malta da iniezione Plm-I di Cts, composta a base
di leganti idraulici e inerti selezionati che sono in grado
di garantire l’assenza di formazione di sali solubili e di
effetti impermeabilizzanti o idrorepellenti, mantenendo
inalterate la permeabilità al vapore degli intonaci trattati.
La malta, di caratteristiche fisiche e meccaniche simili
a quelle dei materiali tradizionali, va addittivata con acqua
e risulta facilmente iniettabile con siringhe e aghi
sottili.
Stuccature e risarciture degli intonaci possono essere eseguite
con malte addittivate con Acril 33 di Cts, una dispersione
acquosa di resina acrilica pura al 100%, dotata di ottime
caratteristiche di resistenza ai sali solubili, agli alcali e all’irraggiamento
solare, stabilità meccanica e ai cicli di
gelo-disgelo, compatibilità con pigmenti e cariche, trasparenza.
Il prodotto viene utilizzato diffusamente nel restauro
conservativo come additivo per malte da iniezione,
stuccatura e integrazione; come legante per velature,
scialbature, pigmenti naturali e sintetici; come consolidante
e fissativo di strati pittorici. Le modalità d’uso sono molto
varie e praticamente illimitate, è buona regola eseguire
delle prove preliminari di verifica del consumo e dell’efficacia.

Alessandro FIGUS
Spedito da: Edgardo Pinto Guerra, Maggio 26, 2009, 7:45pm; Replica: 2
Gentile Figus vorrei cortesemente ricordarti che in questo Forum è usanza evitare di menzionare marche di specifici prodotti, specialmente con lodi sperticate.

Tornando al problema. Fino a che profondità è marcia la malta? Temo purtroppo che cercare di consolidare, semmai fosse possibile nelle tue condizioni, sia una impresa più dispendiosa di tempo ed energie che ri-stuccare -:) e con risultati sicuramente deludenti.
Le resine acriliche sono ottime ma sicuramente da scartare in quanto impermeabili, con tutte le conseguenze negative derivanti. Ciò non toglie che vengono molto, troppo, spesso impiegate dai restauratori con preoccupante disinvoltura riguardo alle future conseguenze.
Ti consiglio di ristuccare con una buona malta di calce idraulica classe NHL 3,5, di quelle vendute come "Bio", non come marca di prodotto, ma come termine commerciale per le calci a Norma UNI 459 -1 -certamente vicina all'originale.  

Print page generated: Agosto 21, 2019, 6:32am