Print Topic - Archive

Forum Restauro e Conservazione  /  Restauro fotografia  /  foto inizio novecento
Spedito da: stella restauro, Agosto 11, 2009, 2:50pm
Ciao a tutti,
qualche giorno fa in laboratorio (restauro libri) è passata una signora chiedendomi consigli su come trattare una vecchia foto delle nonna che si sta inesorabilmente sbiadendo (la tiene incorniciata )
Premetto che non ho visto la foto quindi vi rigiro pari pari tutte le informazione che la signora mi ha dato: è di piccolo formato circa 20x15 cm, databile primi anni venti del 900 ovviamente in bianco e nero, è un mezzo busto, stanno scomparendo in particolar modo il viso e le mani mentre il vestito nero  si mantiene meglio, forse perché il colore è stato ripassato con carboncino nero o tempera?
Lungo i bordi ci sono anche delle macchie marroni (forse gore d'acqua).
Io ho dato il consiglio di sempre: andare da un buon fotografo capace di fare un restauro virtuale, mettere nella cornice la foto nuova e riporre l'originale in un posto sicuro e non esposto alla luce ma la signora non mi è parsa particolarmente entusiasta....Quindi vorrei sapere se esiste un modo economico (visto che la foto non vale nulla) e  soprattutto che non richieda una grande conoscenza (il restauro delle foto è per me un campo sconosciuto..il problema è che spesso mi sono capitate richieste del genere!) per poter ravvivare i colori sbiaditi.
....chiedo troppo vero? ::)
Aspetto notizie nel frattempo buone vacanze!
Stella

Spedito da: Silvia73, Settembre 7, 2009, 8:52am; Replica: 1
Salve Stella,
purtroppo come hai ben compreso e anticipato, i degradi di origine chimica come lo sbiadimento o l'ingiallimento non sono reversibili ma solamente rallentabili tramite una corretta eliminazione di tutte le cause che possono aver contribuito alla graduale scomparsa dell'immagine. Oltre, quindi, ad una corretta e delicata pulitura dell'originale in modo da allontanare polvere ed eventuali incrostazioni, puoi consigliare alla cliente, come del resto hai già fatto, di conservare la stampa al buio in condizioni termoigrometriche idonee e stabili ed in contenitori specifici per il materiale fotografico. Oggi le riproduzioni e le ristampe in digitale, se eseguite da un fotografo serio, sono di ottima qualità e relativamente simili all'originale.
Spedito da: stella restauro, Settembre 28, 2009, 8:26pm; Replica: 2
Cara Silvia,
prima cosa scusa se non mi sono fatta più sentire, seconda cosa grazie mille per i tuoi consigli!
buona serata Stella
Print page generated: Ottobre 14, 2019, 9:31pm