Print Topic - Archive

Forum Restauro e Conservazione  /  Lavori pubblici  /  RELAZIONE STORICO CRITICA
Spedito da: DANIELETTO, Aprile 13, 2010, 9:50am
L'importanza della relazione storico critica precedente un intervento di restauro č strettamente legata alle fonti che riusciamo a reperire. Spesso le fonti sono andate perdute o sono parziali.
Ancor pių spesso ci troviamo di fronte a fonti che "ipotizzano" e non danno dati certi circa l'opera e le sue stratificazioni.Possiamo basarci su criteri analogici, di opere simili, ma non abbiamo sicurezze.
Voi in questo caso come cercate di regolarvi?

Daniele Leoni
Spedito da: cecilia, Aprile 13, 2010, 1:52pm; Replica: 1
La relazione č appunto storico critica: perchč tutto, anche le fonti certe, deve essere interpretato criticamente dal professionista, che si suppone abbia le conoscenze metodologiche e conoscitive per farlo (dico "si suppone" perchč trovandomi spesso dalla parte di chi istruisce i progetti posso dire che non sempre č cosė...). Anche l'esperienza conta molto. Un bravo professionista deve saper "leggere" il monumento o l'opera d'arte sulla quale deve intervenire. Il metodo pių corretto, in generale, č quello di citare esplicitamente le fonti (sia archivistiche che iconografiche) e di motivare sempre sia le affermazioni, sebbene ipotetiche, che le scelte progettuali.
Print page generated: Ottobre 19, 2020, 10:45pm