Print Topic - Archive

Forum Restauro e Conservazione  /  Restauro ligneo  /  Incollaggio su Balsite
Spedito da: alessandro macuz, Marzo 23, 2011, 11:25pm
Ho un dubbio e mi chiedevo se qualcuno ha sperimentato.
Se ipoteticamente dovessi incollare alcuni pezzi di cartella di noce su una stuccatura molto ampia a balsite,
tralasciando i problemi legati alla percentuale proteica aggiunta al bene,
la colla animale è consigliabile per l'incollaggio previa carteggiatura oppure no perchè non aderisce?

riporto qui di seguito quello che ho trovato
Facendo riferimento a quello che dicono al CTS  sembrerebbe di sì. http://www.ctseurope.com/contentimages/news2010-23.2%20_balsite_.pdf  (doratura a bolo su balsite)

Ma voi che ne dite? avete provato?
E invece del potere consolidante della Balsite liquida?
la sciogliamo in petrolio o alcool ?

grazie


Spedito da: joef, Marzo 24, 2011, 8:17pm; Replica: 1
Ciao Alessandro, non ho sperimentato l'incollatura con colla caravella su balsite ma potresti usare se non hai controindicazioni  la balsite stessa per incollare le cartelle; poi se hai bisogno di grossa tenuta dell'incollaggio allora potresti provare con altro. Ho provato invece l'incollatura a sandwich con un altra resina epos, l'araldite, e funziona egregiamente. Per la diluizione della balsite io la faccio in alcool etilico miscelandola bene.
Spedito da: alessandro macuz, Marzo 24, 2011, 10:56pm; Replica: 2
Grazie! tu per cosa la usi? ho letto che diluendola in petrolio, che è meno volatile dell'alcool , aumentano le caratteristiche di penetrazione (evita di far grumi all'interno delle "venuzze" del legno) ma non ho capito se in qualche maniera la diluizione ne altera le caratteristiche.
Più che altro volevo capire se mi dovessi trovare in questa condizione cosa devo aspettarmi se utilizzo caravella.
Spedito da: joef, Marzo 25, 2011, 7:31pm; Replica: 3
Io la uso in genere quandi ho bisogno di colmare piccoli ritiri o fessurazioni non regolari magari di pannelli vincolati, ma l'uso che se ne può fare è davvero vario.
Nell'articolo si parla di essenza di petrolio per un miglior livello di penetrazione per il consolidamento con tavola a bassa pressione, però io non la diluirei molto  perchè altrimenti il ritiro aumenta, massimo il 3, 5%.
Proverei l'incollaggio con caravella previa carteggiatura e spolveratura della balsite quando perfettamente polimetrizzata, questo ti dovrebbe garantire la giusta porosità per la presa, magari aggiungi un tensioattivo alla colla così ti garantisci anche una buona bagnabilità. Il fondo lo hai stuccato con balsite addizionata?
Spedito da: alessandro macuz, Marzo 25, 2011, 11:34pm; Replica: 4
intendi addizionata a pigmenti o a che?
per quanto riguarda i pigmenti ho notato una certa diminuzione della capacità di incollaggio.
Dici solamente 3,5 %?? praticamente niente. colmare il ritiro con una seconda stuccata? ;D
Ma la tavola a bassa pressione è difficoltosa da usare su oggetti tridimensionali?
Spedito da: joef, Marzo 26, 2011, 7:35pm; Replica: 5
Intendevo con aggiunta di alcool o essenza di petrolio.
Si anch'io l'ho notata la diminuzione della capacità adesive, già di per sè abbastanza contenute. Oltre a questo se esageri con la diluizione la resina ti rimarrà con una consistenza quasi gommosa ecco perchè ti avevo chiesto se avevi stuccato addizionandola. Più che una tavola la prova è stata fatta chiudendo il manufatto in una bolla di materiale plastico, dopo aver fatto la depressione interna  si è iniettata balsite con siringa bucando il sacco in corrispondenza dei fori da riempire. Semplice nooo ;D
Spedito da: alessandro macuz, Marzo 27, 2011, 11:27am; Replica: 6
Semplice e interessante! ;) ;D
Ma sono ancora un po' titubante sulle capacità di incollaggio, da quello che ho letto mi sembra che , una volta catalizzata, acquisti le caratteristiche di resistenza meccanica dell'abete, quindi non male.
L'ho utilizzata nell'ultimo anno con buoni risultati per riempire spaccature su fianchi o schiene di mobili e ho risolto il problema del colore NON mescolandola a pigmenti ma una volta stuccato , a Balsite fresca, preparo un po' di pigmento lo sciolgo con un po' di alcool e ritocco la stuccatura tamponandola. ;D
anche se dopo l'asciugatura dello stucco opero una lieve carteggiatura, rimane una base su cui continuare la mascheratura.
Print page generated: Febbraio 29, 2020, 10:23am