Print Topic - Archive

Forum Restauro e Conservazione  /  Architettura  /  Solaio in legno
Spedito da: torma02, Ottobre 20, 2011, 11:08pm
Buongiorno a tutti,
č da un po' di tempo che seguo con interesse questo forum ed ora mi sono deciso a intervenire.
Mi farebbe molto piacere se qualcuno mi desse qualche consiglio su questo mio problema:
Ho una vecchia casa colonica che sto ristrutturando a poco a poco. Ora sono alle prese con un soffitto
di legno (30 mq circa) che separa la camera da letto dal sottotetto, costituito da travi, travetti e tavole.
Il mio obiettivo č quello di ripulire (e poi trattare opportunamente) la parte sottostante (soffitto) da sporco
e incrostazioni e di rendere di nuovo calpestabile l'estradosso. Dato che il tavolame esistente, spessore circa 3 cm.,
č si bello ma ormai inaffidabile, pensavo di sovrapporre un altro strato di tavole da 3 cm. su quelle
esistenti.
In un post precedente 'Consolidamento solaio in legno senza cls' l'Admin Sergio Tinč consiglia di posare
il nuovo tavolato in modo ortogonale rispetto al vecchio. A tele proposito ho letto anche alcuni saggi tratti da
testi universitari. Mi sorgono, perņ alcuni dubbi : se il vecchio tavolato č (logicamente) ortogonale ai travetti,
il nuovo risulterebbe parallelo ai travetti sottostanti. Pertanto il nuovo tavolato potrebbe essere ancorato solo
al vecchio tavolato che essendo deteriorato non darebbe garanzie di tenuta. Quindi cosa fare?
Qualcuno mi sa consigliare ?
Grazie in anticipo,
Massimo
Spedito da: torma02, Dicembre 9, 2011, 8:48pm; Replica: 1
Non c'č proprio nessuno?
Spedito da: Osta83, Dicembre 23, 2011, 5:41pm; Replica: 2
Invece di apporre il nuovo tavolato ortogonale alle travi lo puņ posare con orditura a 45 gradi, in modo da meglio assolvere alla sua funzione statico ed ottenere un miglior piano rigido, e facilitare il collegamento con le travi sottostanti. Inoltre, se possibile e se le condizioni dell'edificio lo richiedono, le consiglierei di verificare i collegamenti tra tavolato e murature (serve per aumentare il momento stabilizzante delle parete onde evitarne il collasso o lo sfilamento delle travi).

arch. Simone Osta
Print page generated: Settembre 15, 2019, 11:05pm