Print Topic - Archive

Forum Restauro e Conservazione  /  Pulitura  /  solvent gel non riuscito
Spedito da: giocastellana, Novembre 26, 2011, 8:46pm
Ciao a tutti, ho fatto un solvent gel con una soluzione 50% ligroinan 50% acetone,  20 ml ethomeen 25,  4 gr carbopol, 10 ml acqua demineralizzata.
Risultato dopo un apparente addensamento si è verificata una scissione, una parte cioè si è slegata dal gel, non so se la ligroina o l'acetone.
Vorrei sapere se questo è dovuto alla scelta dell'ethomeen 25 o ad altro.
grazie

giovanni castellana
Spedito da: cinnabarin, Novembre 27, 2011, 9:22am; Replica: 1
Capita, soprattutto in corrispondenza delle polarità intermedie: da manuale ci sono due approcci:

1: mescolare i due ethomeen (l'ho usato poco )

2: fai il solvent gel di sola ligroina e aggiungi l'acetone dopo, magari senza arrivare al 50%, non sò magari basta 40%.

3: che andrebbe al primo posto bisogna rispettare l'ordine degli ingredienti, il carbopol non deve  aver preso umidità, spesso basta lasciare 1 giorno fermo e si risolve

4: l'ordine è ethomeen,poi il carbopol (questo non annusatelo altrimenti vi addensa il naso) , si mescola bene senza grumi, si mettono i solventi,  si mescola bene e infine l'acqua, chiudi il barattolo e agiti tipo barman e si adensa all'itante (sò che esistono anche altre modalità ma personalmente ho sempre usato questa)

5: che acetone usi?  qui si potrebbe aprire una bella discussione, immagino che usi quello dei soliti fornitori: da manuale l'acetone non si addensa in Klucel G, ed in effetti l'acetone puro di laboratorio non si addensa, però quello dei fornitori di materiali per restauro, e colorifici si addensa benissimo in klucel. Questo credo sia spegabile con il fatto che questo acetone contiene dell'acqua, cosa che fà addensare il klugel, nel tuo caso spiegherebbe l essendo l'acqua immiscibile con gli idrocaburi quindi la ligroina; è la sessa cosa delle miscele alcool-ligroina della seconda serie di miscele del testsmiscelamento (LE) : queste le prepariamo con alcool 99.9 proprio per la sua miscimilità con gli idrocarburt che l'alcool a gradazioni più basse non ha per via di quel 4-5% di acqua che contiene.




Spedito da: giocastellana, Novembre 27, 2011, 10:57am; Replica: 2
Grazie Roberto credo di aver capito. L'acetone è quello fornito come dici tu da un solito fornitore, ora provero' ad addensarlo con Klucel se si addensa vuol dire  che contiene acqua. Risolto questo provero' a rifarlo. Per quanto riguarda l'ordine proverò il tuo che tra l'altro è consigliato da Cremonesi quando si sospetta della presenza di acqua.
O a mali estremi estremi rimedi in un gel fatto con il 12 aggiungero' un 20 25% di acetone per renderlo più efficace.
Ancora grazie

giovanni castellana
Spedito da: chiara0304, Dicembre 13, 2011, 5:22pm; Replica: 3
E' successo anche a me,e dopo vari tentativi e molto materiale gettato ho capito che se l'Fd è prossimo al 50-60 è meglio mescolare 10 ml di ethomeen C- 12 E 10ml di C-25 per 100 ml di solvente o miscela solventi. Io utilizzo questa sequenza: carbopol 2 gr, aggiungo i due ethomeen e mescolo bene, poi aggiungo il solvente o miscela di solventi. Metto il tutto su miscelatore magnetico e con un contagocce aggiungo acqua una goccia
alla volta fino a che non si addensa. A volte si deve usare un po' più d'acqua.

Così ho risolto il problema.

Ciao
Chiara
Spedito da: giocastellana, Dicembre 15, 2011, 12:32am; Replica: 4
Grazie Chiara proverò anche il tuo metodo. In verità pero' le ricette e la manualistica a disposizione sono abbastanza incoerenti.
Ho concluso che bisogna sbattersi e trovare da se le soluzioni.
Spedito da: cinnabarin, Dicembre 15, 2011, 8:44am; Replica: 5
perchè dici così? a quale testo ti riferisci?
Spedito da: giocastellana, Dicembre 22, 2011, 12:33pm; Replica: 6
Ok faccio ammenda per essere stato cosi' perentorio. Resta ad ogni modo una certa variabilità di metodo o sbaglio?
Nella sequenza degli elementi per esempio sbaglio o l'esperienza ci dice di adottarne sempre una diversa?( prima Carbopol... no prima Ethomeen...no Ethomeen 12 e 25,. 50 e 50....Nel mio caso fp  70 fd 18 fh 12 dunque al di sotto della soglia prevista per l'uso di ethomeen 25, ma il 12 non funziona.
Chiedo scusa per aver espresso un giudizio univoco. Ma a mia discolpa bisogna pur ammettere che l'argomento (vedi Chiara) non è cosi' privo di variabili.
Spedito da: cinnabarin, Dicembre 23, 2011, 9:47am; Replica: 7
scusa con i numeri non mi oriento che miscela è?

io faccio il test di solubilità e nel solvent gel ci metto quelle miscele l' del test, non altre, scendendo un pò di polarità (3-4 miscele) perchè il solvent gel è più attivo della miscela di solventi liberi.  A parte i casi noti delle miscele vicine al 50% e 50% che sono difficili   da addensare, per le altre non ho mai avuto problemi. Ma questa problematica è nota sin dall'origine.  

Spedito da: giocastellana, Dicembre 23, 2011, 12:07pm; Replica: 8
LA5 come procedere?
Spedito da: cinnabarin, Dicembre 23, 2011, 2:17pm; Replica: 9
LA5 è la miscela che funziona nel test? o la miscela che vuoi mettere nel solvent gel?

nel primo caso, cioè se LE5 è il risultato scelto dal test con solventi liberi, fai un solvent gel di LA2 o 3 o miscele vicine e vedi come lavora.

Nel secondo è esattamente uno di quei casi essendo una miscela 50% acetone e e 50%ligroina  in cui è difficile fare il solvent gel di cui si diceva sopra, quindi:

Fai il solvent gel di sola ligroina e poi aggiungi l'acetone poco alla volta nel solvent gel finito, non sò se ti permette di arrivare al 50%
Fai il solvent gel di acetone e aggiungi ligroina idem come sopra per la

é proprio necessario metterci questa miscela? si può pensare a usare LA4 per esempio?  quel 10% ti sposta considerevolmente verso uno o l'altro tipo di etomeen.

ALCOOL è IMPORTANTE CHE SIA 99,9° ALTRIMENTI NON SI MISCELA CON LA LIGROINA.

Come lavorano le miscele LE?
anche qui magari LE4 o LE6 funzionano ugualmente.   Per chi non è iniziato al test di solubilità LE 4 è 40 % alcool etilico 60& ligroina, LE6: 60% alcool etilico 40% ligroina.


Spedito da: cinnabarin, Dicembre 26, 2011, 9:55am; Replica: 10
metto un link a questa pagina, che per quanto non sia indicato (stranamente) è copiata pari pari dalla  pubblicazione  sui tensioattivi e i chelanti nella collana I Talenti della casa editrice Il prato, autore Paolo Cremonesi:

http://www.beneforti.it/pg.php?idpp=68

a proposito della problematica qui esposta sia nel libro indicato sopra che nella dispensa del corso di pulitura si descrive:

"...in pratica c'è una linea non ben definta nel triangolo (di teas) che separa le due zone c-12 e c-25 e bisogna fare attenzione intersecando questa linea..."   poco sopra si dice che in un solvent gel di C-12 si può aggiungere 30% di solvente polare  per potenziarne l'azione (rendere più polare) su questa pagina ho preso un appunto durante il corso ed ho aggiunto un 40% a fianco di quel 30.
Invece per il c-25 si parla di possibili aggiunte di 30-50% di solvente apolare.  In entrambi i casi si tratta di aggiunte al solvent gel già preparato.

resta valido anche tentare la preparazione direttamente con la miscela selezionata. In genere faccio prima una prova con le quantità dimezzate o ridotto a 1\4 e una volta verificato che funziona preparo la quantità necessaria.

magari risulta utile

ciao
Print page generated: Aprile 6, 2020, 4:58pm