Print Topic - Archive

Forum Restauro e Conservazione  /  Ritocco pittorico e tecniche artistiche  /  scialbatura a calce
Spedito da: elisa paolini, Febbraio 16, 2012, 10:01am
buongiorno,
sto studiando due dipinti altomedievali (molto probabilmente del IX secolo) in una chiesa vicino Trevi, Perugia. A luce radente si osserva l'applicazione di un sottile strato a calce dato sull'intonaco a larghe pennellate ( visibile soprattutto all'altezza dei volti di due santi) sul quale poi sono state disegnate le linee dei volti, le ombreggiature delle palpebre.
dato che la tecnica utilizzata è mista ( vi sono delle stesure a secco) vorrei togliermi tutti i dubbi riguardo al significato di questa scialbatura magari stesa solo in alcuni punti, e se questa implica solo l'applicazione a fresco dei pigmenti.
grazie

Elisa Paolini
Spedito da: lucialaita, Febbraio 16, 2012, 5:59pm; Replica: 1
salve Elisa, sono lucia, restauratrice con la passione degli scialbi. la scialbatura che hai trovato non è tanto inconsueta. potrebbe essere atribuibile a vari fattori. a volte si trovano dipinti eseguiti su strati di scialbo usato come fondo utile sia a livellare l'intonaco e sia a creare maggiori trasparenze dove necessario ( ad esempio i volti appunto). a volte si dipingeva su fondo a calce a cui si aggiungevano le ombre e le campiture lasciando liberi i "bianchi" per avere le lumeggiature. a volte invece semplicemente la calce serviva a sopperire all'asciugatura dell'intonaco. mi è capitato di restaurare un dipinto in cui era stato steso il colore al contrario: si era partiti dagli sfondi, poi le figure ed infine i volti, dipinti su una scialbatura forse per avere l'effetto "buon fresco" visto ache oramai l'intonaco era asciuttino.
è capitato anche che su dei dipinti erano stati sostituiti i volti dei santi mantenendo le figure per economia! ma questo a luce radente si dovrebbe intuire.
io non sono una esperta di tecniche artistiche ma ti posso consigliare gli studi di Gheroldi Vincenzo. era docente a Botticino ai miei tempi ed ora credo che insegni a Bologna all'uversità. ha fatto degli studi approfonditi sui dipinti di Castel Seprio (VA) datati tra il VI e l' VIII sec. . non so però se li abbia pubblicati.

spero  di esserti stata in qualche modo utile. Ciao Lucia Laita

p.s. su un
Print page generated: Ottobre 22, 2020, 9:29am