Print Topic - Archive

Forum Restauro e Conservazione  /  Fenomeni di umidita' e danni da sali  /  murature in poroton bagnate??
Spedito da: timo, Marzo 19, 2012, 5:33pm
buon giorno
vorrei esporre una problematica che mi si pone.
Circa sei anni fa, è stato realizzato l'edificio che schematicamente è rappresentato dell'allegato, con fondazioni a platea, pilastri e cordolo di collegamento ( al piano terreno ).
Le tamponature esterne sono in poroton isotermico spessore 28 cm. mentre quelle interne sono in forati.
Inoltre l'edificio è circondato da un marciapiede che è stato realizzato contestualmente alla realizzazione del solaio del piano terreno e quindi è un unico solaio.
Il solaio del piano terreno è stato realizzato su Cupolex appoggiati su magrone, mentre il solaio del marciapiede, è stato realizzato sul terreno.
Di contro il muratore ha posato sotto la malta di allettamento, un foglio di plastica con l'intenzione di sopperire alle dilatazioni del pavimento che è in gres per esterni.
L'intonaco sia esterno che interno è quello tradizionale a cemento e rena, mentre la tinteggiatura esterna è al quarzo, mentre l'interna è a tempera fine bianca.

Come potete vedere si sono verificati fenomeni di umidità su tutte le facciate della villetta, sia nella parte interne che nelle parti esterne.
Con la sola differenza che l'umidità esterna è maggiore all'esterno ( 1 mt circa ) e minore all'interno ( 50 cm massimo ).
Però non tutte le murature presentano le stesse caratteristiche di propagazione dell'umidità, infatti tutte le murature che sono poggiate sul cordolo di collegamento presentano lo stesso risultato, mentre la muratura fronte la loggia, che poggia su solaio realizzato su cupolex, è bagnato in maniera diversa, ovvero maggiore agli spigoli e quasi nulla al centro.
Mentre le murature interne sono perfette ed asciutte.

DOMANDA (ovvia): l'umidità da dove viene?
e presumibile che dipenda dal terreno, ma non posso sostenere che il cordolo in cemento armato possa assorbire tanta umidità, ne tanto meno i due cm. di intonaco.
inoltre visto che la muratura lato loggia, che poggia su solaio di cupolex, è bagnato mentre quello interno non lo è.
Dimenticavo, la villetta è abitata saltuariamente ed è posta in piena campagna, anzi agli inizi dell'appennino, ed è ad una quota di 700mt s.l.m., e visto che negli ultimi due tre anni, è sempre nevicato con temperature molto basse, ho pensato che accumoli di neve possono essere elemento vincolante, cioè dare materia prima al fenomeno di umidità della muratura, enfatizzato anche nella scelta progettuale di utilizzare un intonaco non proprio indicato, ed una vernice da sconsigliare.
Personalmente ritengo che la responsabilità sia della presenza di umidita da fenomeni metereologici, sommata alla scelta errata di  materiali dell'intonaco e della tinteggiatura.

grazie
Print page generated: Maggio 22, 2019, 4:43pm