Print Topic - Archive

Forum Restauro e Conservazione  /  Temi generali  /  Ho trovato un antico affresco sul soffitto. Aiuto.
Spedito da: mirketto82, Gennaio 14, 2013, 6:48pm
Sto finendo di ristrutturare il mio appartamento sito all'ìnterno di un antichissimo palazzo nobiliare, risalente al 1500 circa, pulendo uno dei soffitti, per togliere la vecchia vernice è riaffiorato un antico affresco, grande tutto il soffitto stesso...parliamo di circa 10 metri x 4, in discrete condizioni.

Ora vorrei sapere cosa fare?
Lo vorrei recuperare, ma farlo restaurare mi costerebbe quanto l'intera ristrutturazione della casa, vorrei sapere se esiste qualche pittura tipo il trasparente che si usa sulle carrozzerie delle auto, al fine di proteggerlo...
Non so, l'ho scoperto un'ora fa e sono ancora indeciso su come muovermi...avete consigli?

Se riesco vi allego una foto.
Spedito da: ValentinaM, Gennaio 14, 2013, 10:20pm; Replica: 1
Buonasera,
dalla foto mi par di capire che probabilmente non si tratta di un dipinto ad affresco, ma di una tempera, forse 700-800.
Comunque sia non sembra male, anzi, interessante sia come soggetti che come fattura.
In tutta sincerità le consiglierei di restaurarlo adeguatamente, la pittura è senz'altro testimonianza della nobiltà e dell'antico passato che ha interessato il suo appartamento e tutto lo stabile.
Comprendo l'impegno economico, che comunque può valutare facendosi fare dei preventivi senza impegno (magari la cifra sarà meno di quella che si aspetta, visti i tempi che corrono!).
Le dico questo sia perchè credo che possa essere piacevole per lei vivere all'interno di quella stanza che trasuda storia e arte, sia poichè in un eventuale futuro affitto/vendita dell'appartamento, il fatto che sia decorato e ben conservato, aumenterebbe il valore e prestigio dell'immobile.
Ma le raccomando di rivolgersi a persone specializzate, ossia restauratori, possibilmente con esperienza di pitture murali, eviti le semplici ditte di muratura edile ANCHE SE LE DICONO CHE SONO IN GRADO DI FARE IL LAVORO.
Nel caso, si accerti prima che non ci siano problemi al tetto, danni strutturali e/o problemi di umidità e condense o tutto ciò che può compromettere la pittura, tutti questi lavori, eventualmente andranno risolti prima, solo da ultimo, e a muri asciutti, si procederà con le pitture.
Le sconsiglio vivamente qualsiasi rimedio fai da te o prodotti rinfrescanti/lucidanti/protettivi commerciali da ferramenta o carrozzeria, sono prodotti dannosissimi per questo tipo di opere, oltre che spesso eccessivamente lucidanti, rischierebbe di rovinare tutto. Le opere d'arte vanno trattate con materiali idonei e specifici, sarebbe come se un uomo prendesse medicinali veterinari!
Sono certa che nella sua città troverà dei restauratori che le faranno dei preventivo, almeno si regolerà meglio.
Magari rimandi il lavoro a tempi economicamente migliori, ma il mio consiglio, faccia riscoprire tutto.
Spedito da: Adamantio, Gennaio 15, 2013, 12:25pm; Replica: 2
Buongiorno,
le ricordo che:
"Ai sensi dell’articolo 50 del Codice [dei Beni Culturali ndr], gli interventi relativi al restauro o al distacco di affreschi, stemmi, graffiti, iscrizioni, tabernacoli e altri ornamenti di edifici, anche nel caso che appartengano a privati e non siano stati notificati, devono essere preventivamente autorizzati [dalla locale Soprintendenza ndr], a garanzia della loro integrità e loro conservazione." http://www.soprintendenzaravenna.beniculturali.it/index.php?it/134/soprintendenza [la legge è uguale in tutta Italia].

Pertanto non può eseguire nessun lavoro su quei dipinti murali e se, per caso, li rovinasse o si venisse a sapere che li ha rimossi o restaurati clandestinamente lei può subire pesanti ripercussioni giudiziarie.

La invito pertanto ad avvisare immediatamente la Soprintendenza della sua zona che le indicherà come procedere.

Si ritenga comunque una persona molto fortunata, il suo immobile con quei dipinti varrà certamente molto di più. Esiste inoltre una legge sul ritrovamento fortuito di beni culturali che prevede un premio per lo scopritore anche se non so se è applicabile in queste circostanze.
Spedito da: mirketto82, Gennaio 15, 2013, 5:38pm; Replica: 3
Grazie per le informazioni che mi avete dato. Ciò che vorrei capire è l'iter che seguirà la Soprintendenza. Mi spiego: ho praticasmente ultimato la ristrutturazione e avrei intenzione di andare ad abitare nella mia nuova casa. Ecco, non vorrei che mi bloccassero tutto o addirittura mi chiedessero di rimuovere qualcuno degli interventi che ho apportato all'interno.

Spedito da: mirketto82, Gennaio 15, 2013, 5:59pm; Replica: 4
Grazie per le informazioni che mi avete dato. Ciò che vorrei capire è l'iter che seguirà la Soprintendenza. Mi spiego: ho praticasmente ultimato la ristrutturazione e avrei intenzione di andare ad abitare nella mia nuova casa. Ecco, non vorrei che mi bloccassero tutto o addirittura mi chiedessero di rimuovere qualcuno degli interventi che ho apportato all'interno.

Spedito da: ValentinaM, Gennaio 15, 2013, 8:27pm; Replica: 5
Quel che dice Adamantio è vero, personalmente non so dirle però quale sarebbe nel caso la procedura adottata dalla Soprintendenza, anche perchè, purtroppo e paradossalmente, ogni Soprintendenza regionale, anche se direttamente collegata con un Ministero Nazionale, opera un po' a modo suo! Capita spesso che a parità di casi e situazione, ogni Soprintendenza si comporta diversamente a seconda di chi decide e quali siano le consuetudini dell'Ufficio da sempre...
Spero che qualcuno possa risponderle su questo.
Intanto provi ad informarsi se il palazzetto è vincolato.
Print page generated: Ottobre 28, 2020, 10:03am