Print Topic - Archive

Forum Restauro e Conservazione  /  Pulitura  /  problemi di pulitura
Spedito da: fefilla, Febbraio 28, 2014, 4:10pm
Salve, ho un serio problema con la pulitura di questo dipinto che suppongo essere della seconda metà dell'800. Ha trama di lino molto fitta e preparazione proteica (presumo) molto sottile a tratti inesistente. l'intero dipinto è interessato da un profuso e profondo craqeleure che ne disturba la lettura. Alla luce dei vari test eseguiti un buon risultato l'ho ottenuto con i metodi acquosi con un gel di carbopol tamponato con tea a ph leggermente basico (ricetta di E. Signorini). per il momento sto eliminando i depositi di sporco e uno strato di materia proteica ma al lavaggio con sola acqua demineralizzata gli scuri sbiancano leggermente. Esaminando le parti pulite alla luce di wood mi risultano delle zone con la vernice e zone fortemente fluorescenti sul giallo limone..potrebbero essere delle ridipinture? effettuando i test di solubilità di cremonesi ogni tipo di combinazione sbianca la superficie pittorica. mi fermerei ai soli test acquosi, ma vorrei assottigliare lo strato di vernice che rende l'insieme troppo scuro e poco leggibile..potrei provare con i resin soap? allego foto e ringrazio  anticipatamente
riassumo brevemente le prove di pulitura effettuate:
1. Acqua
2. Acqua addensata in klucel
3.Gel di carbopol a ph 7
4. gel chelante a ph 8 + tween 20 1%
5. test di cremonesi (L, E, A in tutte le percentuali)
Spedito da: laura67, Marzo 2, 2014, 3:02pm; Replica: 1
e provare con solo acetone?
Spedito da: fefilla, Marzo 2, 2014, 7:53pm; Replica: 2
Ho fatto i test di solubilità, quindi anche acetone..non gli fa nulla.. :(
Spedito da: santi17, Marzo 2, 2014, 9:13pm; Replica: 3
Proverei con sostitutivi del diluente nitro con lo stesso fd
Spedito da: cinnabarin, Marzo 5, 2014, 3:49pm; Replica: 4
salve, chiedo agli utenti che non hanno inserito la firma completa di provvedere (abbastanza annoiato dal doverlo continuamente ripetere)

la tecnica ottocentesca frequentemente vede usi particolari delle vernici, che a mio modo di vedere sono da considerarsi tecnica esecutiva, quindi materiali originali dal lasciare in loco a ogni costo.

per il dipinto in questione, non so se il dipinto diventerà più chiaro anche  togliere questi strati  (di cui mi piacerebbe vedere foto UV : dettagli e intero) a vederlo così sembra un dipinto non verniciato, infatti la pulitura riesce su metodi da pulitura di superficie (cioè rimozione di sporco di deposito) mentre sono inefficaci le miscele del test.  forse occorre spostarsi su materiali proteici e simili (bianco d'uovo?)


sulla a pulitura, se tutte le miscele del test sono inefficaci, non si tratta di vernici resinose, forse c'è materiale proteico (vedi sopra), ma rimando ogni riflessione a dopo le foto UV.

Veramente usereste diluente nitro e suoi sostituti su dipinto XIX°secolo?


Spedito da: fefilla, Marzo 6, 2014, 12:48pm; Replica: 5
Stamane ho provato l'emulsione grassa(stavo per lasciarci un braccio ieri non avendo l'agitatore magnetico) e ho notato che ha un buon effetto. I colori si ravvivano e con mia grande sorpresa elimina quella patina scura che oscurisce il dipinto. Devo fare molta attenzione nel lavaggio a ligroina in quantole zone limitrofe non trattate sbsbiancano. Alla luce di wood la fluorescenza gialla rimane, ma presumo sia parte del dipinto che non vorrei rimuovere. Purtroppo non posseggo una buona strumentazione per poter effettuare delle foto agli u.v. ad ogni modo provero' a postare il risultato che ho ottenuto. Secondo voi prima della pulitura dovrei effettuare un preconsolidamento almeno per i cretti più accentuati? Mi hanno formato attraverso il minimo intervento e non mi sognerei mai di apporre la nitro sul dipinto..
Comunque sono d'accordo sulla presenza di materia proteica, ma se  sbianca e' possibile ci sia della cera?
Spedito da: fefilla, Marzo 6, 2014, 2:15pm; Replica: 6
Allego la foto uv e un dettaglio della pellicola pittorica. Nella foto uv è visibile la pulitura effettuata alla mano
Spedito da: cinnabarin, Marzo 6, 2014, 7:05pm; Replica: 7
se c'è della cera le prime miscele del test dovrebbero già essere efficaci

potresti per favore ridurre la dimensione delle fotografie, perché così rendono il post illeggibile

a questo link le dimensioni consigliate: http://www.tine.it/forum/m-1262701728/s-new/

non serve gran attrezzatura per fare le foto Uv con le macchine digitali, ma se hai occasione un filtro è consigliabile (mi pare il kodak 2b)   più che altro si tratta di trovare la giusta esposizione.

per fare l'emulsione grassa puoi usare uno di quegli aggeggi per fare la crema del cappuccino, o i mescolatori di vernici per modellismo, sempre a batterie mi raccomando, mai collegare alla rete elettrica....wow hai fatto l'emulsione grassa a mano...eroica.....!!?!?!?!?!?!?!?


la foto che hai postato mi pare abbia molta radiazione nel visibile, probabilmente dovuto alla qualità della lampada, quella cosa che nella foto è rossastra dovrebbe essere una stuccatura o ridipinta, vedi che le crettature si interrompono. non vedo fluorescenze.


spero sia utile ciao

Spedito da: cinnabarin, Marzo 6, 2014, 7:07pm; Replica: 8
http://cool.conservation-us.org/waac/wn/wn23/wn23-2/wn23-205.html
Spedito da: cinnabarin, Marzo 6, 2014, 7:11pm; Replica: 9
visto che l'emulsione grassa funziona potresti provare a diversi pH se hai risultati diversi, per es ph 8 e pH5
Spedito da: fefilla, Marzo 7, 2014, 11:07am; Replica: 10
ora che ho già postato le fotografie come faccio a ridurle? sto provando di tutto, ma non mi da nessuna opzione. chiedo scusa per la dimensione, non mi ero accorta che fossero così enormi.
Sulla mano ho notato anch'io laridipintura, e la patina giallina che si vede nella foto uv che ricopre tutto il quadro è materia proteica? l'emulsione che ho fatto è a ph 8, ma per abbassare il ph a 5 come faccio?
ringrazio per l'articolo sui filtri uv, provvedero' appena possibile.
Print page generated: Maggio 23, 2019, 11:58am