Print Topic - Archive

Forum Restauro e Conservazione  /  Consolidamento supporto  /  Consolidamento tela 1900
Spedito da: Elemadame80, Luglio 29, 2019, 8:27pm
Buonasera a tutti, mi presento.
Mi chiamo Cinquini Eleonora,sono laureata in Accademia di Belle Arti ed ho frequentato il corso di restauro del libro e della carta per 6 anni e purtroppo poco quello pittorico.
Ultimamente ho acquistato un quadro del 1900, olio su tela, pittore tedesco post-impressionista.
Questo quadro purtroppo ha un piccolo strappo che al momento dell'acquisto era fermata con un nastro adesivo.
Secondo il mio parere la tela non necessita di un totale consolidamento, ma vorrei fermare in qualche modo questa lacerazione.
Istintivamente avrei subito utilizzato colla di coniglio o colla forte con carta giapponese, ma poi ho trovato altri materiali che aimè non conoscevo.
Il Beva 371 liquido o in film, di qui mi si è aperto un mondo...
Essendo lo strappo non grandissimo mi sembrava sprecato il Beva in film, quando con quello liquido potevo risolvere il problema con poco, avevo anche pensato di immergere la carta giapponese nel Beva e poi applicare con ferro da stiro a calore molto basso.
Un'altra scelta era anche il poliammide in polvere..
Ma non conoscendo questi materiali, come reagisce il film pittorico?
Infine avrei stuccato la lacuna con gesso di bologna e colla di coniglio.
Vi ringrazio anticipatamente per ogni vostro consiglio.
Spedito da: Lourdes, Luglio 31, 2019, 8:03pm; Replica: 1
Il dipinto, deve essere smontato dalla sua cornice, la prima operazione di restauro è ( se non hai bisogno di fare velinatura protettiva o consolidamento della pellicola pittorica) quella di effettuare il risanamento del foro sulla tela, escludendo l’ipotesi di foderare tutto il quadro  perché lo stato conservativo non lo richiede.  Smontato il nastro adesivo,  devi al suo posto applicare un inserto localizzato di velatino di seta o lino a seconda della qualità della tela originale in corrispondenza del piccolo foro irregolare e seguendo la trama della tela originale con l' adesivo termoplastico sintetico (Beva) 371 film termoplastico che si applica con melinex (carta siliconata) a temperatura di 64 gradi C. y subito mettere sopra un peso per alcuni minuti puo essere un pezzo di marmo, mettallo ecc.  (processo di sublimazione termica)
E una procedura semplice, pulita non tossica ed esteticamente ben riuscita.

Poi coprire la lacuna con stucco composto da gesso di Bologna e colla di coniglio e reintegrare pittoricamente con colori ad acquarello ed a vernice per il restauro.
Concludere l'intervento con la stesura su tutta la superficie di una protezione finale con vernice Retoucher Mat nebulizzata della Lefranc & Bourgeois va sempre bene.

Questo in modo generale, per dare una idea non conoscendo il dipinto recto e verso, tecnica di esecuzione, forme di degrado dell'opera, qualche sporco?, apparte dello strappo? sembra un taglio irregolare, comunque. La beva film quando non si ha molto spazio, o è soltanto per un dipinto nella mia esperienza è la cosa più conveniente e tecnicamente ben fatta.
Poliammide in polvere non è per questo caso.

Buon lavoro! sperando essere stata di piccolo aiuto

B.Araque

Spedito da: Elemadame80, Luglio 31, 2019, 11:29pm; Replica: 2
Ciao, ti ringrazio infinitamente per la tua risposta.
Come vedi dallo strappo, in fatto pensavo di fare una velinatura con carta giapponese perchè è molto fragile ed ho paura del distacco del film pittorico. Spero solo di riuscire con la temperatura giusta, visto che ho a disposizione solo un semplice ferro da stiro.
Invio foto del recto, mi consigli seta o lino?
Per il resto il quadro mi sembra molto ben conservato, non ha tracce di sporco. Non conosco il precedente proprietario, secondo me il quadro era incorniciato con vetro ed è stato venduto solo per questo stappo accidentale.
Allego anche foto della tela, misura 70x100
Grazie mille ancora.
Spedito da: Elemadame80, Luglio 31, 2019, 11:36pm; Replica: 3
Spero di non aver inserito immagini troppo grandi
Spedito da: Elemadame80, Luglio 31, 2019, 11:37pm; Replica: 4
Ecco l'intera tela
Spedito da: Elemadame80, Agosto 1, 2019, 12:15am; Replica: 5
Non avendo mai utilizzato la vernice finale spray Lefranc & Bourgeois, se usassi quella liquida molto diluita potrebbe andare bene? Sostanzialmente qual'è la differenza della resa finale tra le due?
Grazie
Spedito da: Elemadame80, Agosto 1, 2019, 12:16am; Replica: 6
Particolare
Print page generated: Dicembre 13, 2019, 8:32am